Degli studi scientifici hanno dimostrato che il trasloco può causare depressione, stress e ansia. Cambiare città e abitazione infatti, non è così semplice, ad esempio se da Milano si va a vivevere a monza affidandosi a traslochi Monza. Questo perché incide sulle abitudini quotidiane dell’individuo di adattarsi ad una nuova vita sociale. A maggior ragione se il trasloco non avviene per scelta ed è addirittura imposto, il soggetto prova una sensazione di fallimento, una perdita di autostima molto accentuata e cade in depressione. Cambiando casa, città, amicizie si soffre della sindrome dell’abbandono, ci si sente spaesati poiché si perdono i principali punti di riferimento. Oltre ad un disagio emotivo evidente, si deve affrontare la fatica fisica di carico e scarico degli scatoloni, sebbene si venga aiutati da una ditta specializzata. Come evitare di essere soggetti alla depressione post trasloco?

Evitare la fretta
Preparare gli scatoloni in fretta e furia è veramente controproducente. Infatti poiché si deve elaborare il lutto della vecchia casa, accelerare i tempi non fa che peggiorare lo stato di stress. Fare le cose con calma consente l’accettazione al cambiamento, rendendolo meno traumatico, in modo tale da fare degli acquisti mirati a rendere più accogliente la nuova abitazione.

Mettere dei soldi di lato
Avere dei soldi messi da parte è utile in caso di imprevisti. In questo modo vengono affrontati tutte quelle cose che non ci aspettiamo ( ad esempio si rompe qualcosa durante il trasloco). In questo modo saremo più tranquilli ad affrontare delle spese extra.
Fate attenzione ai ricordi
Quando si preparano gli scatoloni, potrebbe capitare di ritrovarvi nelle mani un oggetto del vostro passato, che vi potrebbe causare dei ricordi non sempre piacevoli. Attenzione quindi a non dargli troppa importanza, per non cadere nello stress.
Fate un giro nel nuovo quartiere
Una volta ultimato il trasloco, cercate di conoscere il quartiere in cui vi siete trasferiti. Uscite, fate una passeggiata rilassante, esplorate i negozi e sfruttate al meglio il posto in cui siete andati a vivere.